maggio 18, 2018 News, rassegna stampa >

La conquista della ribalta nazionale dell’ITS TAGSS è frutto di un lavoro sinergico con le imprese per lo sviluppo di progetti innovativi che formano le “super” figure professionali richieste dal mercato. La vera marcia in più dei nostri studenti che imparano facendo.

Anche se è solo l’ultimo nato fra gli Istituti Tecnici Superiori in Sardegna (il primo corso è stato avviato appena nel 2016), l’ITS TAGSS ha già raggiunto un prestigioso rinoscimento: il prototipo di alta innovazione tecnologica “SensingCheese4.0” è stato inserito all’interno dei migliori 10 progetti ITS 4.0 fra quelli ideati dai 93 ITS attualmente presenti su tutto il territorio nazionale.

Il progetto nasce dal lavoro fianco a fianco svolto da otto nostri studenti e due soci fondatori del TAGSS, fra i primissimi a scommettere sulle potenzialità dell’istituto: il caseificio dei F.lli Pinna di Thiesi e la società ICT di Alghero Primo Principio. SensingCheese4.0 mira allo sviluppo di un sensore wireless e un’ app per il tablet che, misurando l’umidità all’interno del formaggio in modo non invasivo, consente di monitorare a distanza la stagionatura, evitando spreco e danneggiamenti. Promosso dal MIUR in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia, il progetto nazionale ITS 4.0 ha l’obiettivo di fare dei bienni post diploma ITS una palestra di sperimentazione che consente agli studenti e agli imprenditori di gestire insieme il processo di innovazione.

Riunione di gruppo coordinata da Alessandro Meloni (Primo Principio) nello stabilimento del caseificio dei F.lli Pinna

Gli studenti Caterina e Alessandro durante una sessione di lavoro

 

 

 

 

 

 

 

 

Imparare facendo

Le iniziative e il prestigioso traguardo raggiunto con SensingCheese4.0 hanno proiettato l’ITS di Sassari sulla ribalta locale (La Nuova Sardegna, L’Unione Sarda, Radio SuperSound, Radio Sintony, Radio Luna) e soprattutto nazionale (Raitre, Il Sole 24 Ore, La Repubblica). Questo rappresenta un importante riconscimento del lavoro svolto in meno di due anni e mostra come l’istituto sia in grado di rispondere con successo alla sfida verso una migliore formazione e una maggiore occupabilità dei propri studenti. Il valore aggiunto dei percorsi dell’ITS TAGSS sta nella stretta collaborazione, in tutte le fasi del percorso formativo, con le realtà produttive regionali e nazionali appartenti alle filiere agroalimentari e ai processi di ricerca, innovazione e sviluppo. Il ristretto numero di studenti ammessi a ciascun corso (massimo 25) consente di ideare percorsi orientati alla valorizzazione delle attitudini e potenzialità individuali, e plasmati secondo i profili professionali richiesti dalle stesse aziende. L’unione tra conoscenze aggiornate e subito spendibili, progetti di alta innovazione tecnologica e stage in azienda su misura permette di creare quelle “super” figure sempre più ricercate dalle aziende, come recentemente messo in luce anche da Milena Gabanelli sul sito del Corriere della Sera. Queste e tante altre sono le ragioni che rendono il nostro ITS la scelta giusta per coloro che desiderano un pronto inserimento nel mercato del lavoro.